Errori corsa

I 6 errori da evitare dopo la corsa… e una cosa da fare assolutamente

Dopo il periodo di lockdown per contenere la diffusione del Covid-19 abbiamo, chi più chi meno, imparato ad apprezzare maggiormente le attività all’aria aperta. Durante le mie corse e camminate nel Parco di Monza, ho notato molta più gente che corre rispetto a quella che incontravo nelle estati precedenti e si tratta di persone di tutte le età e di diversi livelli atletici. Infatti la corsa è così popolare perché regala un grande senso di libertà a chi la pratica, non occorrono attrezzature particolari (se non un buon paio di scarpe) e si può fare praticamente ovunque. Ma, attenta a non cadere nell’errore di pensare che per correre non sia necessaria alcuna preparazione. Abbiamo parlato spesso di corsa nei miei articoli, ma è un argomento che mi da sempre nuovi spunti per tornare a parlarne. Oggi vediamo insieme quali sono gli errori più comuni in cui spesso si incorre. Quando corri, sottoponi il tuo corpo ad un intenso stimolo d’allenamento, i muscoli sono in funzione, le articolazioni lavorano duro e anche il cervello è attivo perché, anche se la corsa ti da una sensazione di libertà e spensieratezza, passo dopo passo devi mantenere la concentrazione costante. Una fase molto importante della corsa è anche il “dopo corsa”. Infatti, non appena finisce l’allenamento, inizia la fase di recupero in cui il corpo compensa lo stress al quale è stato sottoposto e si  prepara per il prossimo allenamento.

I 6 errori da evitare dopo la corsa

Ecco i 6 errori più comuni che possono compromettere la fase del recupero.

  1. SALTARE IL RAFFREDDAMENTO. Non interrompere mai l’allenamento di botto senza dare il tempo al tuo corpo di raffreddarsi lentamente. Gli ultimi 5 minuti riduci il ritmo di corsa per ridurre così anche la frequenza cardiaca.

 

  1. NON FARE “STRETCHING”. Dopo la corsa, o anche dopo la doccia, fai qualche esercizio di defaticamento e allungamento in modo da mantenere i muscoli flessibili e prevenire i tipici dolori post allenamento. Io faccio sempre degli esercizi tipici del Pilates di cui abbiamo ampiamente parlato in questi articoli: Gli esercizi da integrare alla corsa… E non solo! e Gli esercizi da integrare alla corsa… E non solo! – 2 che oltre a defaticare e allungare la muscolatura, migliorano notevolmente ritenzione idrica e cellulite.

 

  1. NON BERE ABBASTANZA. Nelle ore successive alla corsa dovresti bere acqua o bevande elettrolitiche che permettono al corpo di eliminare gli scarti metabolici come l’acido lattico prodotto durante un allenamento intenso.

 

  1. MANGIARE TUTTO CIÒ CHE TI PASSA SOTTOMANO. L’errore che commette la maggior parte selle persone è quello di sopravvalutare quante calorie hanno consumato durante la corsa e concedersi dolci, patatine e birra introducendo molte più calorie rispetto a quelle effettivamente bruciate. È giusto reintegrare tutte le risorse che hai consumato, ma fai molta tensione a ciò che mangi.

 

  1. NON DORMIRE A SUFFICIENZA. È importantissimo dormire a sufficienza perché quando ti alleni il tuo corpo subisce uno stress e solo quando gli concedi una pausa è in grado, non solo di riprendersi, ma anche di migliorare le sue capacità.

 

  1. PENSARE DI CORRERE ALMENO PER UN’ORA. L’idea che “se non corro almeno un’ora l’allenamento non serve a nulla“ è da sfatare. Uno dei grandi vantaggi della corsa è proprio che può essere praticata anche nei ritagli di tempo e anche con soli 30 minuti si possono ottenere benefici importanti per la salute e per il benessere psicofisico.
Lascia un commento

Ti è piaciuto l’articolo?

Lascia un commento o anche domande!!

Puoi utilizzare la sezione commenti in fondo al post.

E per altre notizie su Fitness, Alimentazione, Benessere&Lifestyle e VideoWorkout continua a seguirmi sul Blog “Il Diario di Simona Serizzi.

No Comments

Post A Comment