Benvenuti

Il Diario di Simona Serizzi.

Seguimi

Calze befana

Arriva la Befana: 5 calze con sorpresa… Per tutte le età!

Il detto narra: “Epifania, tutte le feste porta via!”. Ed ecco che anche quest’anno è arrivata e ci prepariamo a riprendere il solito tran tran e la vita di tutti i giorni. Come ben sai il simbolo dell’Epifania è la calza, un regalo sempre gradito da grandi e piccini. E allora, prima di tornare alla routine, perché non approfittare dell’ultima festività e regalare un momento di gioia alle persone che ami?

Un po' di storia

La tradizione della calza piena di doni della Befana è molto antica. Nella cultura pagana, ma anche in quella celtica, si usava celebrare l’abbondanza attraverso lo scambio dei doni, qualche giorno dopo il Solstizio d’inverno, che coincide appunto con l’attuale notte dell’Epifania tra il 5 ed il 6 gennaio. Con l’avvento del cattolicesimo la figura della Befana è stata associata a quella di una vecchietta: infatti si racconta che i Re Magi, in difficoltà nel cercare il luogo di nascita di Gesù, chiesero informazioni ad un’anziana signora che si rifiutò di aiutarli e, nonostantela loro insistenza, non volle seguirli per andare a visitare il “bambino” appena nato. La donna poi si pentì e realizzò un cesto di dolci e si mise alla loro ricerca, senza però riuscire a trovarli. Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava. Da quel momento si diffuse l’usanza di lasciare fuori dalla casa gli scarponcini e le calze dei bambini affinché, nel suo lungo viaggio, la befana potesse cambiarseli o, nel caso non ne avesse avuto bisogno, lì avrebbe riempiti di dolci. Altre leggende narrano che la Befana e Babbo Natale siano sposati, altre ancora che i due non si sopportino. Insomma, la notte dell’Epifania è carica di magia e di storie affascinanti e misteriose da raccontare a grandi e piccini.

5 idee per 5 calze

Io non ho mai amato acquistare le calze della Befana già confezionate, ma preferisco riempirle personalmente mettendovi ciò che veramente piace alla persona a cui è destinata. Certo i dolci sono un classico, ma perché limitarsi a quello? Cosa ne dici di aggiungere un tocco personalizzato per ognuno?

  1. CLASSICA PER BAMBINI… E NON
    Un grande classico che piace sia ai grandi che ai bambini è la classica calza piena di dolcetti, cioccolato e caramelle. Prova però a non limitarti ad acquistarne una già pronta, ma scegli il tipo di dolce preferito per ogni persona che la riceverà;
  2. CON GIOCHI PER I PIÙ PICCOLI
    Ai bimbi più piccoli, più che mangiare, interessa sicuramente molto di più giocare. Nella loro calza potresti mettere qualche zuccherino e qualche piccolo gioco a base di plastilina e li farai sicuramente felici;
  3. PRINCIPESSE PER LE BIMBE
    Se la bimba a cui vuoi regalare la calza della Befana è una fan delle Principesse Disney, puoi aggiungere un gadget del suo personaggio preferito all’assortimento di dolci e caramelle scelti per lei;
  4. SUPEREROI PER I BIMBI
    Se invece si tratta di maschietti, sicuramente andranno matti per i super eroi sempre pronti alla battaglia per salvare il mondo. E allora puoi arricchire la loro calza piena di dolcetti con un super gioco del loro personaggio preferito;
  5. PROFUMI E TRUCCHI PER LEI… MA ANCHE PER LUI
    Infine se vuoi regalare una calza ad un’amica o amico, o anche al tuo lui e già sai che dopo le abbuffate di questi giorni, non avranno voglia di mangiare ancora dolci, ecco la soluzione… Una calza carica di prodotti per la cura e la bellezza del corpo: confezioni da viaggio del profumo preferito, di shampoo-doccia, balsamo, dopobarba, gloss, ombretti e chi più ne ha più ne metta. Sarà un successo assicurato!

Comunque, che si tratti di dolci, di giochi, oppure di prodotti beauty, la calza della Befana è sempre uno dei doni più apprezzati. Ora puoi sbizzarriti a creare quelle più adatte ai tuoi cari.

Hai anche tu qualche suggerimento da darmi? Scrivilo nella sezione qui sotto. E continua a seguire il mio blog “Il Diario di Simona Serizzi”, troverai altre notizie di Fitness, Alimentazione e Benessere.

No Comments

Post A Comment